Esprimo la mia vicinanza e la solidarietà di tutto il Partito Socialista “Nuovo psi “ al Segretario Landini e la CGIL.
Ha ragione Landini a dire che l’assalto alla sede della CGIL e al pronto soccorso dell’Umberto I a Roma sono stati una “ferita alla democrazia “.

Ma anche il 30 aprile del 1993 di fronte all’hotel Rapfael le proteste violente con lancio di monetine e vari altri oggetti contundenti contro Bettino Craxi il segretario nazionale del prestigioso PSI, perpetrato da facinorosi ex PCI, delinquenti, e golpisti di estrema sinistra provenienti dal raduno voluto da Occhetto a piazza Navona con tanto di lapalissiana istigazione , è stato “ uno squarcio “ anzi “ un golpe mediatico giudiziario” alla democrazia, ma nessun presidente del consiglio, nessun presidente della repubblica, nessun partito politico, nessun segretario della CGIL si sono indignati e preso le distanze dai facinorosi e delinquenti e nessuno di lor signori ha portato solidarietà a Craxi e ai Socialisti Italiani padri della nostra carta costituzionale.

Veri democratici lo si è a 360 gradi e non in base alle convenienze.
D’altronde diceva il saggio Totò: “signori si nasce e non lo si diventa ed io lo nacqui”.

Così in una nota il Segretario Nazionale del Nuovo PSI, Lucio Barani.


Di Staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.